Le Canarie NON sono per tutti

Storie tristi di italiani (e stranieri) che si tolgono la vita, che chiedono aiuto al Console, senza soldi neanche per tornare in Italia. Sono storie che non compaiono sui giornali, né sui social, né sui blog.
Andate a trovarlo il Console italiano a Gran Canaria: è una persona squisita, garbata ed elegante. Fatevi raccontare cosa sta accadendo in questi ultimi anni.

Migliaia di euro investiti in attività fallimentari e persi in pochi mesi, investimenti sbagliati e progetti sfumati.  Famiglie sfaldate, separazioni tra chi resta e chi torna in Italia, bambini disperati rimpallati tra Italia e Spagna.

Le Canarie vengono descritte come un paradiso (e lo sono). Bassa delinquenza, qualità della vita, meteo meraviglioso, oceano, natura incontaminata e gente con il sorriso.

Ma c’è il lato nascosto della medaglia. “Every rose has its thorn” cantava Bret Michaels con i Poison e la Luna ha la sua faccia nascosta. Nessun paradiso è a “buon prezzo” e nessun posto meraviglioso è facile da fare proprio.
Attratti da articoli di giornale,  amici e venditori di felicità alla Renato Zero in “Orfeo 9”, alcuni si mettono in viaggio lasciando alle spalle situazioni disastrose nella speranza di un nuovo futuro, una scelta di vita radicale che ripaghi i danni di errori volontari ed involontari, una fretta di girare pagina magari su un libro dove non ci sono altre pagine.
Facili speranze, facili illusioni, ottimismo tossico e magari incuranti delle parole dell’amico vero che ti trattiene.

Le Canarie non sono per tutti.

Non lo sono per chi non ha un progetto di vita, non lo sono per chi non ha un robusto portafoglio con almeno cifre da 4 zeri che consenta di vivere senza pesare su nessuno e senza risorse immediate. Non lo sono per chi pensa “tanto domani è un altro giorno”. Non lo sono per chi pensa “tanto prima o poi un lavoro per mantenermi lo trovo”. Non lo sono per chi pensa “noi italiani siamo superiori”. Non lo sono per chi scappa. Non sono una droga per chi vuole scacciare pensieri, crisi affettive e debiti.

Le Canarie sono una bellissima donna che ti coccola ma non ti guarda mai negli occhi, illudendoti di avere fatto il giusto per corteggiarla ma lasciandoti sempre la frustrazione di non possederla mai.

Le Canarie non sono per tutti, come non lo è la serenità.

 

Una risposta a “Le Canarie NON sono per tutti”

  1. allora..beh…io non ho nessun portafoglio con quattro zeri…nessuna pensione vip…un assegno di mantenimento che mi faccio bastare per vivere..non ho grandi esigenze..ho già abitato qui per un anno nel lontano 2014..andata altrove..Malta Gozo Dalmazia..e tornata..non amo stra ..mangiare..un piatto di papas per me è già pranzo..circa..non fumo..lo odio..amo i dolci..e le panaderie..ma qui vivo bene..la spesa si fa benissimo.. personalmente.. Carrefour..che amo,e Mercadona..prendo lezioni private di spagnolo..abito in pieno centro..vicino a Las Canteras..ho la wifi..le Canarie sono anche per quelle come me..low cost..

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.