L’orario di scuola di C

Sveglia alle ore 7:15 driiiiinnnnnn…..

Doccia, colazione (alla spagnola), controllo cartella, merenda (non ammettono dolci, quindi proteine e/o carboidrati come ad esempio un bel panino al prosciutto e frutta a volontà), bacio alle mascotes (le nostre due quadrupedi feline) e si parte in macchina verso la scuola.

Percorriamo in auto i 4km tra casa nostra e la scuola in una decina di minuti a seconda del traffico e dei semafori.

Alle 8.30 suona una sirena vecchio stile e si entra in classe.

Perché 8:30? Perchè è inutile fare convogliare gli studenti e quindi intasare il traffico mischiandosi con i lavoratori degli uffici, dei negozi, ecc.

Perché è dannoso togliere mezz’ora di sonno ai più fortunati che vivono vicino alla scuola e magari due ore per quelli che abitano più lontano.

L’orario scolastico

C è in 5a elementare e le ore sono così distribuite durante la settimana:

  • Aleman (tedesco): 2 ore
  • Ingles (inglese): 4 ore
  • Lengua (lingua spagnola, corrisponde al nostro italiano): 6 ore
  • Ciencia Sociales (equivale alla nostra storia e geografia): 2 ore
  • Valores (la nostra religione): 2 ore
  • Ed. Fisica: 3 ore
  • Musica: 1 ora
  • Mates (matematica): 5 ore
  • Ciencia naturales (equivale alla nostra scienza naturale): 2 ore
  • Plastica (disegno, arti): 3 ore

Qualche considerazione:

La somma delle lingue straniere (inglese e tedesco) corrisponde alle ore di spagnolo. Questo rappresenta il vero stile della scuola, cioè educare alle lingue.

Le ore giornaliere (di 45 minuti) sono 6 (entrata alle 8:30, termine delle lezioni alle 13:30, mensa, doposcuola (=gioco) fino alle 15:15.
Tra la 4a e la 5a ora esiste il recreo (ricreazione) di mezzora.

Le ore di Aleman, Ingles, Mates sono alcune volte svolte al PC (ogni alunno ne ha uno) navigando sul web con esercizi didattici online e ricerche. Ovviamente ogni alunno è supervisionato.

Le ore di Ciencia Natural (scienze) sono talvolta all’aperto con diretta relazione alla materia in studio. Vengono ad esempio piantate piccole piante di pomodori, ecc. da ogni alunno e studiati dal vivo gli effetti.

Le gite scolastiche sono molteplici: si passa dalle rappresentazioni al chiuso (teatro) alla visita delle “fincas” (fattorie), al museo dell’Elder (un museo meraviglioso di scienza e tecnologia), alla visita presso i “Bomberos” (pompieri), la spiaggia di Las Canteras, i vulcani, le sfilate di automobili d’epoca, l’artigianato locale, ecc.
Ogni singola gita è didattica nel senso più stretto. In pratica viene traslato in reale ciò che si studia sul libro. Chiaramente queste gite sono anche momenti di aggregazione ed affiatamento degli studenti: sono ammesse foto, foto di gruppo, uso dei telefonini, ecc. Si viaggia sempre su pullman gran turismo (anche per pochi km!) ed ai genitori viene chiesto un modesto rimborso spese (da 1 a 5 euro a seconda dell’evento o luogo). Il numero degli insegnanti e collaboratori durante le gite è di 1 per 2 studenti.

La tendenza degli insegnanti è creare “squadre” in modo tale da esaltare la competitività dei singoli gruppi. Tale squadre sono costruite in modo omogeneo, vale a dire vengono integrati alunni con differente apprendimento.

Recreo, Ed. Fisica e doposcuola sono rigorosamente all’aperto. Il “culto” del contatto con la natura è sempre prominente.

I compiti a casa sono minimali. Quelli per le vacanze non esistono (è festa anche per l’alunno!)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *